Vittorio Sgarbi e l’estetica del Dio futuro

Sgarbi presenta “Nel nome del Figlio”

Incontro con il noto critico d’arte presso la sala San Crispino

 

Presso la Sala San Crispino della libreria Ibs.it, sabato 15 dicembre alle ore 18 il critico d’arte Vittorio Sgarbi  presenterà il suo libro “Nel nome del Figlio. Natività, fughe e passioni nell’arte (Bompiani).

Dialogheranno con l’autore Eugenio Busmanti e Sergio Risaliti.

“Nel nome del Figlio” tenta il confronto tra l’arte figurativa e il mistero più grande che ha accompagnato l’umanità, la vita di Gesù. Nel corso dei secoli questo Mistero, oltre che il linguaggio della Chiesa ufficiale, ha parlato il linguaggio della pittura. I Maestri bizantini senza nome, il Maestro della tavola di Sant’Agata, Pietro Cavallini, Giotto, Cimabue, Masaccio, Filippo Lippi, i Maestri veneti, da Bellini a Carpaccio, a Tiziano, da De Mio a Jacopo Bassano a Tintoretto a Sansovino; i maestri nordici, da Memling a Dürer a Grünewald; Michelangelo, Raffaello, Potormo, Correggio, Savoldo, Moretto, fino a Caravaggio e i caravaggeschi, da Battistello, a Ribera, a Mattia Preti. Gesù nell’arte ha parlato la sua lingua più variegata e ricca: la sorpresa, l’ira, il dolore, la gioia, il giudizio inequivocabile, la pietà, la debolezza, la tenerezza, l’amicizia, il capriccio; il linguaggio eterno di Dio e quello volgare della terra, quello femmineo di Maria e quello sapienziale dei Dottori. Quello che ci consegna Vittorio Sgarbi non è, dunque, un libro d’arte. O non è solo un libro d’arte. È la storia, affascinante e infinita, di quando l’arte era la voce con cui Dio poteva esprimersi nel modo più immediato e libero.

Vittorio Sgarbi è nato a Ferrara. Critico e storico dell’arte, ha curato numerose mostre in Italia e all’estero, è autore di saggi e articoli. Nel 2011 ha diretto il Padiglione Italia per la 54a Biennale d’Arte di Venezia. Da Bompiani ha pubblicato Il bene e il bello (2002), Dell’anima (2004), Ragione e passione. Contro l’indifferenza (2005), Vedere le parole (2006), Clausura a Milano e non solo. Da suor Letizia a Salemi (e ritorno) (2008), L’Italia delle meraviglie. Una cartografia del cuore (2009), Viaggio sentimentale nell’Italia dei desideri (2010), Le meraviglie di Roma. Dal Rinascimento ai giorni nostri (2011), Piene di grazia. I volti della donna nell’arte (2011) e L’arte è contemporanea (2012).

estense com

Vittorio Sgarbi e l’estetica del Dio futuroultima modifica: 2012-12-23T01:08:43+01:00da asinorosso1
Reposta per primo quest’articolo